Superfici riflettenti a Milano

In centro in Milano, in un’architettura degli anni settanta immersa nel verde, il progetto si fonda sul dialogo tra materia colore e natura.
Tre camere da letto, tre bagni, una grande cucina pranzo, soggiorno e un piccolo studio, per una famiglia con due figlie.
Lo studio dei dettagli esecutivi e la scelta dei materiali nasce dal desiderio di amplificare il più possibile matericità e cromie, attraverso un gioco di riflessione di luce e trasparenze.
La gamma colori adottata, luminosa, neutra e delicata, dialoga con i colori di quella natura in cui questa architettura residenziale è immersa.
A pavimento grandi lastre ceramiche, lucide e materiche, a strisce profonde e irregolari sui toni del grigio, insieme a mosaici e legno. Grandi pareti verticali su disegno articolano lo spazio: telai in metallo colore argento e cristalli in contrasto lucido e opaco. Grandi porte anche queste in metallo e cristallo a tutta altezza. Armadi di contenimento in vernice a pennello e maniglie a disegno in alluminio spazzolato.
Il risultato è una architettura spaziosa e funzionale.

Foto: copyright Lorenzo Ceva Valla